PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
L’impresa dei Fragmenta Comica e, per alcuni casi, dei paralleli Studia Comica, ha messo in rilievo la mancanza di un’iniziativa analoga a riguardo dei frammenti dei tragici greci. Questi sono ottimamente serviti in termini di edizioni fondate criticamente e annotate, in primo luogo dalla serie dei Tragicorum Graecorum Fragmenta, ma risultano in gran parte privi della cura di un commento dettagliato. Hanno altri scopi i Minor Greek Tragedians di Martin Cropp (la situazione è forse un po’ diversa solo per il dramma satiresco: R. Krumeich-N. Pechstein-B. Seidensticker [Hrsgg.], Das griechische Satyrspiel, Darmstadt 1999; P. Cipolla, Poeti minori del dramma satiresco, Amsterdam 2003). Prima e fuori della presente impresa editoriale, ma solidale ad essa, è il primo saggio, costituito dal Teodette di Faselide – Frammenti poetici (Tübingen 2016) di Valerio Pacelli. Qualche tempo dopo questa pubblicazione, nell’Università di Roma “Tor Vergata” è sorta l’idea di un lavoro sistematico di edizione e commento, e attorno al progetto si è coagulata un’ampia collaborazione tra diverse Università italiane (e non solo), come può vedersi dal comitato scientifico. Non è senza significato, per questa idea, che l’Università di “Tor Vergata” sia sede della collana de “I frammenti degli storici greci”, diretta da Eugenio Lanzillotta e Virgilio Costa.
Lo standard della collana prevede
1) la confezione di un testo critico per testimonianze e frammenti, possibilmente, ma non obbligatoriamente, con la revisione dei manoscritti dei testimoni,
2) un commentario dettagliato, che copra, in maniera equilibrata, l’integralità delle questioni poste dal testo,
3) un’introduzione di sintesi e inquadramento,
4) una traduzione delle testimonianze e dei frammenti.
La denominazione della collana è “I frammenti dei tragici greci minori”. I frammenti di Eschilo, Sofocle ed Euripide non sono privi di attenzioni: si considerino, ad es., il vol. VIII dell’Euripide della “Collection Budè”, o i commenti a drammi frammentari scelti negli “Aris & Phillips Classical Texts”, e di conseguenza si è pensato di concentrare le energie verso ciò che appare maggiormente bisognoso di cure. D’altra parte stiamo prendendo in considerazione, in maniera embrionale, la possibilità di aggiungere ai tragici minori gli adespota.
La collana si è aperta con Astidamante (curato da Valerio Pacelli). Il secondo volume, ora disponibile, è l’edizione commentata di Crizia tragico (a cura di Alessandro Boschi). In tempi non lunghi ci si può aspettare Acheo. Egualmente in lavorazione sono Ione di Chio e i tragici preeschilei.

Comitato scientifico della collana:
Angela Andrisano (Università di Ferrara)
Luigi Battezzato (Università del Piemonte Orientale)
Anna Maria Belardinelli (“Sapienza” Università di Roma)
Valerio Casadio (Università di Roma “Tor Vergata”)
Ester Cerbo (Università di Roma “Tor Vergata”)
Virgilio Costa (Università di Roma “Tor Vergata”)
Adele Teresa Cozzoli (Università di Roma Tre)
Emanuele Dettori (Università di Roma “Tor Vergata”) – Direttore
Maria Rosaria Falivene (Università di Roma “Tor Vergata”)
Enrico Medda (Università di Pisa)
Roberto Nicolai (“Sapienza” Università di Roma)
Cristina Pace (Università di Roma “Tor Vergata”)
Maria Pia Pattoni (Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano)
Andrea Rodighiero (Università di Verona)
Piero Totaro (Università di Bari)
Bernhard Zimmermann (Albert-Ludwigs-Universität Freiburg)