Cellini

€ 120,00

L’ARREDO SCULTOREO DELLE VILLE DI ANTIUM

Anno Edizione: 2019
Formato 21×29,7 – Pagine 384
Confezione a filo refe in brossura
Copertina a 5 colori plastificata
ISSN 2611-3155 – ISBN 978-88-99846-38-1
Prezzo: € 120,00

COD: 978-88-99846-38-1. Categoria: .

Descrizione prodotto

Nel territorio dell’antica Antium sono venuti alla luce esemplari scultorei di notevole pregio di cui era scarsamente noto il contesto archeologico di riferimento e che non erano stati finora raccolti in un corpus.
Viene qui presentato un catalogo degli esemplari attualmente conservati in raccolte pubbliche o private in Italia e all’estero, di quelli dispersi sul mercato antiquario, dei pochissimi ancora in loco e di quelli attribuiti al territorio senza argomentazioni fondate. Il compito non è stato facile perché si è verificata una dispersione capillare delle sculture, talvolta attraverso percorsi non autorizzati e trasparenti e perciò difficili da ricostruire.
Sono state utilizzate varie tipologie di fonti: storico-letterarie, epigrafiche, antiquarie, archivistiche, grafiche e inoltre cataloghi di musei e di case d’asta.
Da una collazione tra le varie fonti è emerso che non tutti i materiali scultorei provengono dalla Villa Imperiale, come si suppone di solito, ma anche da altri contesti, e cioè dalle numerose ville presenti nel territorio, e, in qualche caso, da aree pubbliche, che si auspica vengano in futuro esplorate.
Per comodità del lettore, alcune fonti difficilmente reperibili sono raccolte in appendice.

Dettaglio Prodotto

    Non ci sono altre informazioni

Autore

Author

GIUSEPPINA ALESSANDRA CELLINI, dopo la laurea con lode in Lettere, indirizzo classico, con tesi in Archeologia (sulla “Fanciulla d’Anzio”) presso l’Università di Urbino, ha conseguito il diploma della Scuola Nazionale di Archeologia di Roma; è stata allieva comandata presso la Scuola Storica annessa all’Istituto Italiano per la Storia Antica (dal 1.9.1992 al 31.8.1995), dottore di ricerca in “Antichità Classiche in Italia e loro fortuna” presso l’Università di Roma “Tor Vergata” (XIV ciclo: a.a. 1998/99-2000/2001; coordinatore Antonio Giuliano). Ha conseguito un secondo dottorato di ricerca in “Storia Antica” presso la medesima Università (XXV ciclo: a.a. 2009/2010-2012/2013; coordinatore Eugenio Lanzillotta). Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, tra cui si segnala la monografia Il contributo di Fulvio Orsini alla ricerca antiquaria, Accademia Nazionale dei Licei, Roma 2004, e sta partecipando a molte ricerche, mostrando particolare interesse verso la scultura classica e il collezionismo di Antichità. Ha preso in esame le antichità anziati nei seguenti studi: La Fanciulla d'Anzio: una proposta interpretativa, in Studi Urbinati/ B5, LVI, 1983, pp. 11-44; I materiali scultorei provenienti da Antium nelle fonti antiquarie, in Rendiconti Morali Accademia dei Lincei s. 9, 21, 3-4, 2010 [Roma 2012], pp. 663-734; ISSN 0391-8181; Sculture di divinità rinvenute ad Antium: contesti cultuali e contesti decorativi, in NAC 40, 2011, pp. 295-333; Antium. Le sculture nei documenti di archivio tra XIX e XX secolo, Tivoli 2013 (=Biblioteca del Lazio. Archeologia 3); monografia ISBN 978-88-88617-36-7; Antium. Disiecta membra 1. Statue femminili trafugate dal giardino di Villa Adele, in NAC 44, 2015, pp. 221-239.