Bovillae

€ 25,00

BOVILLAE E IL SUO TERRITORIO NELLA TARDA ANTICHITÀ E NELL’ALTOMEDIOEVO.Le trasformazioni del paesaggio di un settore del Latium Vetus

Anno Edizione: 2018
Formato 15×21 – Pagine 200
Confezione a filo refe
Copertina 4 colori plastificata con bandelle
ISBN 978-88-99846-31-2
Prezzo: € 25,00

COD: 978-88-99846-31-2. Categoria: .

Descrizione prodotto

Il volume presenta per la prima volta uno studio completo sul territorio intorno all’antico centro laziale di Bovillae, tra il IX e il XIII miglio della via Appia, nella tarda antichità e nell’alto medioevo. Malgrado la perdita consistente di dati monumentali, dovuta ad una radicale cancellazione dei ‘segni storici’ a vantaggio di una indiscriminata diffusa urbanizzazione, il riesame complessivo dei resoconti degli scavi, le ricerche di archivio e, nei pochi casi possibili, le analisi dirette delle evidenze archeologiche hanno contribuito a comporre un quadro insediativo ricco, mettendo in rilievo le trasformazioni di un paesaggio reso peculiare dalla vicinanza all’Urbe.

Dettaglio Prodotto

    Non ci sono altre informazioni

Autore

LUCREZIA SPERA

LUCREZIA SPERA è professore ordinario di Archeologia tardoantica presso l’Università di Roma Tor Vergata e insegna Topografia cristiana di Roma presso il Pontificio Istituto di Archeologia cristiana. Le sue ricerche si sono principalmente incentrate sullo studio di Roma nella tarda antichità e nell’alto medioevo, con particolare attenzione ai processi di cristianizzazione degli spazi; le analisi più significative sono state rivolte al suburbio sud-orientale, ai complessi funerari paleocristiani, soprattutto il cimitero di Pretestato sulla via Appia, ai santuari martiriali e alle vie porticate dirette a questi. Tra le varie indagini sul campo, ha diretto lo scavo dell’insediamento medievale presso la basilica di San Paolo fuori le mura, di cui ha coordinato anche i lavori di allestimento.

VINCENZO FIOCCHI NICOLAI

VINCENZO FIOCCHI NICOLAI insegna Archeologia cristiana presso l’Università di Roma Tor Vergata e Topografia degli antichi cimiteri cristiani presso il Pontificio Istituto di Archeologia cristiana, di cui è rettore dal 2007. Dal 1986 è Ispettore per le catacombe del Lazio della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra. Da anni è impegnato nello studio dei monumenti paleocristiani dell’Etruria meridionale, della Sabina e del Lazio centrale e meridionale, dove ha condotto numerose indagini archeologiche. Dal 1991, dirige lo scavo della basilica “circiforme” della via Ardeatina, probabilmente la chiesa fatta edificare da papa Marco nel 336. Altre sue ricerche hanno riguardato la topografia cristiana di Roma, con particolare riferimento al settore suburbano, la cristianizzazione delle campagne e l’epigrafia cristiana.